Bellissima e verde Lunigiana 

Tre giorni fantastici con lo scooter in Lunigiana,la regione che si estende lungo il fiume Magra tra Liguria e Toscana
Da Sestri levante verso Varese ligure per poi da qui fare il passo delle cento croci da dove,scendendo, si incontra borgo Val di Taro.
Per raggiungere Pontremoli allunghiamo un po’ per fare il passo della Cisa,scelta azzeccata perché il paesaggio é proprio incantevole!


Pontremoli è il comune più settentrionale della Regione Toscana e sorge nell’alta vallata del fiume Magra, alla confluenza con il torrente Verde e all’estremità nord della Lunigiana.

Da Pontremoli andando verso la sorgente del Magra è la natura con i suoi boschi ad essere protagonista…ogni tanto un piccolo borgo sperso nel verde…come PRACCHIOLA da dove iniziano bellissime passeggiate nei boschi.
Il comprensorio di ZERI è un insieme di paesini e borghi che si raggiungono percorrendo strade immerse nei boschi…bellissimo! con lo scooter poi si gusta interamente il paesaggio mentre si viaggia!


Da Pontremoli verso Aulla e Spezia da dove prendere l’autostrada per il ritorno è un susseguirsi di paesini e borghi con il loro castello che si raggiungono deviando dalla strada provinciale.

la Lunigiana mi è piaciuta anche sotto il profilo gastronomico! una cucina che ha incontrato i miei gusti!
I TESTAROLI- gli ingredienti sono farina di grano tenero, acqua e sale, abbondantemente mescolati. La pastella liquida viene poi messa a cuocere nei tradizionali testi di terracotta,quando sono cotti vengono tagliati a losanghe quindi scottati nell’acqua bollente e conditi col pesto alla genovese
I PANIGACCI – si gustano soprattutto a Podenzana ,gli ingredienti sono gli stessi dei testaroli ma sono più piccoli, si servono in cestini di vimini e si accompagnano con salumi ,formaggi o,come ho preso io,verdure grigliate !
TORTE D’ERBI -Con erbe spontanee e verdure di stagione si confezionano le “torte d’erbi”:fantastiche!

qualche giorno in val d’aosta

CHAMPOLUC è il centro più importante della Val d’Ayas ed è situato nella parte terminale della valle stessa ad un’altezza di 1568 m
La val d’Ayas è una delle sette valle che si dipartono dal massiccio del monte Rosa.
Sopra l’abitato di Champoluc si trova l’ampio pianoro denominato Crest,si può raggiungere con la cabinovia e poi da li una bella camminata a piedi,in discesa!, per tornare a Champoluc

Versione 2

Non in discesa ma tutta in salita la passeggiata al rifugio Barbustel nel parco naturale del Mont Avic che si raggiunge in 2 ore partendo da Champorchè

A metà percorso una pausa al lago Muffet dove si trova pure un rifugio molto bello ed accogliente!

 

Si riparte e con grande soddisfazione arrivo al rifugio BARBUSTEL!!!!!!! Purtroppo la giornata non era limpida anzi iniziava a piovere e la vista non era un granché ma valeva comunque la pena di essere arrivata li!

La valle del Lys è un’altra delle valli del monte rosa,il centro principale è Gressoney saint Jean,un rinomato luogo di villeggiatura estiva e invernale.

Poco lontano dal centro del paese si trova il CASTEL SAVOIA, in realtà è una villa costruita ai primi del novecento per volere della regina Margherita che amava soggiornare a Gressoney .,in un primo tempo tempo ospite del barone Beck  Peccoz si fece poi costruire questa splendida dimora che ricorda con le sue cinque torri un castello.


Dopo la morte della regina Margherita il castello rimase chiuso per alcuni anni e venne venduto nel 1936 all’industriale milanese Ettore Moretti che lo mantenne quasi intatto. I suoi eredi vendettero il castello alla regione autonoma Valle d’Aosta nel 1981.

lago d’iseo

The Floating Piers é un’installazione artistica temporanea dell’artista Christo, concepita come una passerella che attraversa le sponde del lago d’Iseo
L’opera è costituita da una serie di passerelle installate sulla sponda bresciana del lago d’Iseo, che permetteranno ai visitatori di camminare appena sopra la superficie dell’acqua da Sulzano, sulla terraferma, sino alle isole di Monte Isola e San Paolo, dal 18 giugno al 3 luglio.
Le passerelle galleggianti sono larghe 16 metri, degradanti ai lati, per una lunghezza complessiva di 3 chilometri. Il percorso prosegue per 1,5 chilometri lungo le strade pedonali di Sulzano e Monte Isola.

Chi legge conoscerà senz’altro il tutto per aver visto e sentito in tele e sui giornali , a me è piaciuto tantissimo esserci andata e ho passato una giornata fantastica nonostante caldo e code! Ero entusiasta di essere lì!

ti sfido a trovare il tuo valore tag

tagSono stata nominata da Mirna/mi..semplicemente che ringrazio e partecipo a questo tag creato da MICHELA.
Proverò a rispondere a tutte le domande!
il valore che,a parer mio,più mi rappresenta è la sincerità nel senso che mi piace essere sempre me stessa
1. Quale sono i valori per voi più importanti?
molti sono i valori che hanno importanza,tra i tanti ne metto tre:
rispetto per gli altri,amicizia,onestà
2. Che importanza hanno i valori nella tua vita? Un’importanza primaria o secondaria ?
molto importanti
3.Metti in pratica i valori che per te sono più importanti nella vita di tutti i giorni ?
cerco di farlo….
4. Credi che oggi i valori per i giovani non sono importanti ?
non mi piace generalizzare,è sempre il singolo individuo che sceglie
5. In una sola frase chi sei tu ?
una persona come tante che cerca di vivere bene
6. Cos’è che recentemente hai imparato di nuovo su te stesso ?
ultimamente non ho scoperto nuovi lati della mia personalità
7. In ordine di importanza, quale ruolo riconosceresti ai seguenti aspetti della tua vita: felicità, soldi, amore, salute ?
salute,felicità,amore e soldi
8.Cosa fai quando non sei d’accordo con quello che pensano la maggior parte delle persone?
resto attaccata alle mie opinioni pur rispettando quelle degli altri a meno che qualcuno non mi convinca con argomenti…inossidabili!
9. Cosa hai fatto per essere la persona che hai sempre desiderato di essere ?
non ho fatto niente di speciale ho vissuto le cose nel momento che si presentavano ,facendo le scelte che in quel momento ritenevo più opportune
10. La paura di sbagliare cosa ti ha impedito di compiere ? E ciò cosa ti ha insegnato ?
non ho mai avuto paura,senz’altro avrò fatto errori e scelte sbagliate ma la paura non mi hai mai frenato

non saprei chi nominare perciò chi vuole partecipare lo faccia!queste sono le regole:
Usare l’immagine originale del tag.
Citare il creatore del Tag e ringraziare chi vi ha nominato.
Parla del valore che più ti rappresenta.
Rispondere alle 10 domande.
Nominare altri 1o blog.

val vigezzo

All’inizio del mese sono stata a SANTA MARIA MAGGIORE in val Vigezzo
IMG_1532 (1)
La Val Vigezzo  è una delle sette valli che si diramano dalla Val d’Ossola (Provincia del Verbano-Cusio-Ossola)ed è l’unica trasversale, il centro principale è Santa Maria Maggiore dove c’è il museo dello spazzacamino che si propone di essere una testimonianza di tutti quei vigezzini che un tempo lasciavano la famiglia per recarsi all’estero e lavorare duramente come spazzacamini fumisti.


La val Vigezzo mette in comunicazione l’Italia con la Svizzera ed  è percorsa dalla storica ferrovia Vigezzina, che collega Domodossola a Locarno con un suggestivo percorso di 55 km.


Locarno si trova sulla sponda settentrionale del Lago Maggiore,è una graziosa cittadina,il lago ha sempre le sue attrattive per chi ama questo paesaggio

CRAVEGGIA è uno dei borghi più pittoreschi della Val Vigezzo ed è famoso per i suoi innumerevoli camini in pietra che svettano sopra i tetti delle case. In passato gli alti camini erano considerati simbolo di ricchezza delle famiglie borghesi del luogo che facevano a gara per chi ne costruiva di più imponenti e numerosi.

Visto che poco fa l’ITALIA si è qualificata agli ottavi aggiungo:
GRANDE ITALIA E GRANDE EDER!!!!!!! e,non dimentichiamo che, anche se ora veste la maglia interista, ha conosciuto il successo quando portava i mitici colori BLUCERCHIATI!!!!!GRANDE EDER!!!!!!

i sacri monti del piemonte

I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia sono percorsi devozionali lungo i quali sorgono gruppi di cappelle  che custodiscono statue, affreschi e pitture che raccontano episodi delle Sacre scritture .
Sono tornata a visitare il sacro monte di Orta e quello di Varallo e devo dire che sono luoghi in cui torno sempre volentieri!
Il Sacro Monte di Orta sorge sulla collina che si eleva al centro della penisola di Orta San Giulio, situata sulla riva orientale del Lago d’Orta.
A differenza degli altri Sacri Monti, quello di Orta è l’unico interamente dedicato ad un santo, le 20 cappelle che lo compongono raffigurano infatti episodi della vita e dei miracoli di San Francesco d’Assisi.


come ho già scritto il lago d’Orta è uno di quei posti che sempre mi prendono e mi affascinano…metto qualche foto tra le tante fatte nel tempo!

Il Sacro Monte di Varallo costituisce, tra i Sacri Monti esistenti, l’esempio più antico e di maggior interesse artistico.
Ognuna delle 44 cappelle rappresenta, con affreschi (circa 4000 figure) e con gruppi di statue (circa 400), scene della vita di Gesù e di Maria.Assieme agli altri Sacri Monti situati tra il Piemonte e la Lombardia è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità
Il pittore, scultore ed architetto valsesiano, Gaudenzio Ferrari di Valduggia collaborò all’impresa realizzando diverse statue lignee,ma fu con l’allestimento della cappella della Crocifissione che Gaudenzio lasciò una forte impronta di rinnovamento nel complesso varallese: la scena sacra all’interno delle cappelle assunse uno spazio sempre maggiore. Fu lui a far dialogare insieme i dipinti e le sculture, utilizzando le statue per raccontare la scena principale, e le pitture per continuare il racconto.
le statue si trovano all’interno di cappelle tutte affrescate e si vedono attraverso delle grate,molte sono state restaurate.
l’ultima cappella restaurata è quella della crocifissione ,sono state tolte le grate e le statue si vedono attraverso un vetro,senz’altro migliore la visuale ma , non so ,io le ho sempre viste attraverso la grata e forse le preferisco…
Un grande estimatore del sacromonte di Varallo è Vittorio Sgarbi che ne parla nel suo libro “l’Italia delle meraviglie”

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

CREMONA E PROVINCIA

Nel  mese di aprile una piccola vacanza alla scoperta di Cremona e della sua provincia
CREMONA è una bella città che si gira benissimo sia in bici che a piedi,la scelta di questa meta è stata in parte dovuta al fatto che si trova sulle rive del Po,a me fiumi e laghi piacciono tantissimo!

 Il centro storico di Cremona ha nella medievale Piazza del Comune il suo vertice,qui si trovano notevoli monumenti medievali come IL TORRAZZO,simbolo della città,IL DUOMO, IL BATTISTERO ,IL PALAZZO DEL COMUNE e la LOGGIA DEI MILITI.

Il comune offre la possibilità di affittare le biciclette e un mattinata lungo una delle tanti ciclabili che costeggiano il Po non poteva mancare!

In provincia di Cremona sono presenti molti siti fortificati, castelli, roccaforti, mura eretti a scopo difensivo,sono le cosiddette città murate e castellate.
PIZZIGHETTONE
Il panoramico percorso lungo la cinta muraria bastionata regala una bella veduta panoramica sul fiume Adda che bagna Pizzighettone: lungo il cammino le casematte, il fossato, il rivellino con la vecchia Porta Cremona,La Torre del Guado, dove nel 1525 fu tenuto prigioniero il re di Francia Francesco I.
La visita è guidata e molto interessante

Questo slideshow richiede JavaScript.

girando quasi senza meta a Somaglia c’è un club nautico proprio in riva al Po, mi è piaciuto cenare con vista fiume!

SONCINO
ecco qui il terzo fiume che delimita la provincia di Cremona: l’Oglio
Soncino fa parte dal 2008 dei borghi più belli d’Italia
Nel periodo visconteo  Soncino diventa la più importante roccaforte di difesa lungo la linea di confine del fiume Oglio tra Milano e Venezia ma è nell’epoca sforzesca che avrà maggiore sviluppo  con il rifacimento completo della cerchia muraria e con la costruzione della nuova rocca. Gli Sforza ebbero grande considerazione di Soncino per la sua posizione strategicamente importante all’interno dello scacchiere militare dell’Italia settentrionale, per questo lo dotarono di imponenti strutture difensive.


CASALMAGGIORE comune ancora in provincia di Cremona situato sulle rive del Po, si sviluppa intorno alla Piazza Garibaldi dove si trova il centro principale della città con il Palazzo Comunale in stile neogotico.